Giorgio Ruffolo

Ruffolo.jpg Economista di formazione ha ricoperto incarichi in imprese pubbliche e private, fra cui l’ENI, al fianco di Enrico Mattei, dal 1956 al 1962 e in centri di ricerca (Ufficio studi de lla Banca Nazionale del Lavoro e Organizzazione per la Cooperazione Europea, Ocse, a Parigi). E’ stato Segretario Generale alla Programmazione Economica fino al 1975, Ministro dell’Ambiente dal 1987 al 1992, deputato del Partito Socialista Italiano alla Camera, Senatore della Repubblica e deputato al Parlamento Europeo. Ha presieduto la FIME (Finanziaria Meridionale per lo sviluppo di imprese industriali nel Mezzogiorno). Ha fondato nel 1981 il Centro Europa Ricerche (Cer), istituto specializzato in previsioni economiche e ricerche di politica economica, di cui è tuttora Presidente. E’ editorialista del quotidiano La Repubblica. Tra i libri pubblicati: La grande impresa nella società moderna (Einaudi), Rapporto sulla programmazione (Laterza), La qualità sociale (Laterza), con Alfredo Reichlin Riformismo e capitalismo globale, Cuori e Denari (Einaudi), Il cavallo di Federico, romanzo (Mondadori), Quando l’Italia era una superpotenza (Einaudi), Lo specchio del diavolo, una storia dell’economia dal paradiso terrestre all’inferno della finanza (Einaudi). Collabora al settimanale L’Espresso e ad altre riviste.